Home Percorsi fiabeschi Un secolo di fiabe. Friuli Venezia Giulia

Un secolo di fiabe. Le fonti delle Fiabe italiane di Italo Calvino


Friuli Venezia Giulia

Francesco BabudriFonti vive dei Veneto-Giuliani, pubblicato in Canti, novelle e tradizioni delle regioni d'Italia, collezione diretta da Luigi Sorrento, Trevisini, Milano, sezione Fiabe
Francesco Babudri, nato a Trieste nel 1879 e morto a Bari nel 1963, si è occupato di temi storici istriani, triestini e pugliesi. È stato segretario della Società Istriana di Archeologia e Storia Patria tra il 1908 1 il 1919. Componente della Società di Storia Patria per la Puglia negli ultimi 30 anni della sua vita, ha contribuito allo studio della storia pugliese.
(ultima consultazione 16 aprile 2012)

_____________________________________________________________________________________________________________________

Luigi Gortani, Tradizioni popolari friulane, Udine, 1904 
Luigi Gortani (1850-1908) fu ingegnere, botanico e scrittore friulano. Ha scritto, con il fratello Michele, La flora friulana con speciale riguardo alla Carnia, Udine, 1905. 
A lui e al fratello è intitolato il Museo Carnico delle Arti e Tradizioni Popolari di Tolmezzo (UD).
(ultima consultazione 16 aprile 2012)

_____________________________________________________________________________________________________________________

Caterina Percoto, Il prin sarasin, in Scritti friulani, Udine-Tolmezzo, 1929 (già pubblicata ne «La Ricamatrice», Milano, 1 settembre 1865, p. 223)Caterina Percoto
Definita da Calvino: "letterata, scrittrice, patriota, benefattrice, una delle maggiori figure di donna del nostro Ottocento «provinciale»", ricordata da Angelo De Gubernatis nel Dizionario biografico degli scrittori contemporanei (Firenze, Le Monnier, 1879), Caterina Percoto (1812-1887) ha scritto novelle, storie per ragazze, articoli pubblicati sulle riviste contemporanee.
E' inserita nel progetto di ricerca dell'Università degli Studi di Padova La autrici della letteratura italiana. Bibliografia dell'Otto/Novecento, a cura di Patrizia Zambon. 
Dei suoi scritti sono disponibili on line:
- Racconti, Firenze, Le Monnier, 1858 
- Sotto l'Austria nel Friuli, 1847-1866; racconti per i giovinetti, per il popolo, per i soldati, Firenze, R. Bemporad & figlio
- I due sogni. Novella, in «Nuova Antologia di scienze, lettere ed arti», Firenze, Direzione della Nuova Antologia, 1868, Vol IX, pp. 714-725
L'attività di Caterina Percoto è oggetto della tesi di dottorato discussa da Anne Demorieux all'Università di Nancy2, Caterina Percoto (1812-1887): entre réformisme social et conscience nationale. Aspirations d’une femme-écrivain italienne au XIXe siècle.
(ultima consultazione 16 aprile 2012)

______________________________________________________________________________________________________________________

Gianni Pinguentini, Fiabe, Leggende, Novelle, Storie paesane, Storielle, Barzellette in dialetto triestino, Trieste, Borsatti, 1955
Studioso di letteratura, pubblicò nel 1964 Joyce in Italia, il primo studio completo su Joyce a Trieste. Si è occupato in molti scritti di Trieste e della sua storia. È inoltre autore del Dizionario storico, etimologico, fraseologico del dialetto triestino (1957).

______________________________________________________________________________________________________________________

Dolfo Zorzùt, Sot la nape… (I racconti del popolo friulano), Società filologica friulana, 1924
Dolfo Zorzùt (1894 - 1960) è stato docente, scrittore, etnologo.

______________________________________________________________________________________________________________________

Antonio Ive
Antonio Ive (1851-1937) ha avuto interessi storico-letterari, linguistici ed è stato studioso del patrimonio linguistico e delle tradizioni popolari della nativa Istria.
Calvino annovera fra le sue fonti:
- Opuscolo per nozze Ive-Lorenzetto, contenente quattro fiabe istriane, 1877
- Fiabe popolari rovignesi, 1878
- I dialetti ladino-veneti dell'Istria, 1900.
Dei suoi scritti è disponibile online
- Quarnàro o Carnàro? Quarnèro o Carnèro? Postilla etimologica, in Atti e memorie della Società Istriana di Archeologia e Storia Patria, vol XVIII, Parenzo, presso la Società Istriana di Archeologia e Storia Patria, 1903, pp. 161-167;
- Canti popolari istriani raccolti a Rovigno, Roma-Torin-Firenze, Ermanno Loescher, 1877;
- I dialetti ladino-veneti dell'Istria: uno studio, Strasburgo, Karl J. Trübner, Librajo Editore, 1900;
- Canti popolari velletrani, Roma, Ermanno Loescher, 1907.
(ultima consultazione 16 aprile 2012)

© Claudia Chellini 2012

Torna a Un secolo di fiabe. Le fonti delle Fiabe italiane di Italo Calvino